Francesco Gabbani anuncia versão de Einstein como novo single de Viceversa

Isolado desde o fim do vice-campeonato no Festival de Sanremo, Francesco Gabbani voltou à ativa em junho e elegeu  Il Sudore Ci Appiccica como o segundo single do álbum Viceversa, tema certeiro para o verão. Agora, com a segunda onda da pandemia de coronavírus apertando na Itália, o artista não pretende parar.

Destaque: Pedro Capó fala sobre a vida após Calma, música na pandemia e revela os segredos de Munay, seu novo álbum

Nesta sexta-feira, 16 de outubro, chega às rádios do país Einsten, que está na tracklist no seu último disco, mas com uma versão mais intimista.

+ Leia Mais: Laura Pausini voltará a gravar em português

+ Leia Mais: Daní Martín e Camilo emocionam com Avioncito de Papel

Ouça a versão original de Einstein, novo single do Francesco Gabbani

Letra de Einstein – Francesco Gabbani

È tutta una questione di pazienza
Trovare tutto subito o fare senza
Ma guarda che non è una dipendenza
Mi capita ogni tanto
Ti penso mentre canto
Ascolto le canzoni del momento
L’originalità del sogno di un talento tipo
(Questa mattina mi sono svegliato e ho strappato
Cosa ci fai nel mio letto questa mattina, bella signorina)
E mi riguardo, basta che funzioni, da prigioniero
Mi dirigo verso il letto, sovrappensiero
Come Marco Castoldi sostiene di andare
Ad ogni funerale
E dormo poco, dormo male (e domani sembra ieri)
Tra i pensieri è un naufragare (sarai sempre quel che eri)
Apri gli occhi guardo il muro, cimitero di zanzare
Allucinazioni e poi compare
E poi compare (chi è che compare?)
Einstein che mi dice “tutto è relativo”
Il tuo punto fermo non ne ha alcun motivo
Einstein che mi dice “cazzo fai, Francesco”
Provo, provo, provo e prima o poi ci riesco
Ci riesco (è tutto relativo)
Ma ci sei o ci fai (è relativo, vedi)
Tutto è relativo
Devoti è il santuario dell’apparenza
Leccare il culo al Reo fare resistenza
Se guardi nello specchio vedi quel che vuoi
Indiani e cowboy, sì ma dei paesi tuoi
La luce che ci illumina la festa
Arriva da una stella di sinistra o destra
Nel mezzo del cammin che si è oscurato
Mi sono innamorato, mi sento illuminato
E mi riguardo volentieri Django
Suona il postino
Vado verso il mare ma sono un alpino
Che vuol solo scalare la cordigliera delle Ande per dimenticare
Com’è profondo questo mare
Ti conviene respirare
Che andare a casa senza rotta
Stai attento, non si torna
Sarà meglio continuare con questa faccia ad annuire
O con l’anima sognare
Tu si che vales
Einstein che mi dice “tutto è relativo”
Il tuo punto fermo non ne ha alcun motivo
Einstein che mi dice “cazzo fai, Francesco”
Provo, provo, provo e prima o poi ci riesco
Ci riesco (è tutto relativo)
Ma ci sei o ci fai (è relativo, vedi)
Tutto è relativo
Ma ci sei o ci fai
Tutto è relativo
Il mondo è appeso al cielo
E grava la gravità
Cadendo mi sollevo
Tutto è relativo
Il mondo è appeso al cielo
E grava la gravità
Cadendo mi sollevo

Comentários do Facebook
Comentários do Facebook
X