Connect with us

Notícias

Ouça Tutto Tua Madre, novo single de J-Ax

Published

on

J-Ax dedica nova música ao filho Nicolas

J-Ax está na contagem regressiva para comemorar seus 25 anos  de carreira no próximo mês de outubro, em Milão. Engana-se, contudo, quem acha que o rapper vai apenas revisitar seus hits: para a série de shows no Fabrique di Milano, o veterano tem música nova.

Chegou nesta sexta-feira (14) nas plataformas digitais o single Tutto Tua Madre, um tema emotivo sobre quem tem dificuldade para ter filhos, “pessoas que vivem o drama de criar uma nova vida, sem conseguir”, explicou o artista, que disse já ter vivido essa situação antes do nascimento de seu único rebento, Nicolas, a quem ele dedica a canção

“Cada vez mais lemos sobre iniciativas que esse governo gostaria de adotar contra a fertilização assistida e muitos outros procedimentos que ajudam dezenas de milhares de casais italianos a criar uma família juntos”, disse um irônico J-Ax.

Ouça Tutto Tua Madre, novo single do J-Ax

Letra de Tutto Tua Madre – J-Ax

La vita no non è uno scherzo ma ha la sua ironia
Io sorridevo per mestiere ma era una bugia
È più che una famiglia io volevo l’anarchia
Ma adesso asciugo tutti con la tua fotografia
avevo perduto fiducia nel mondo
senza nemmeno rendermene conto
il lavoro andava a gonfie vele
La casa una barca che andava giù a fondo
Sai che la mamma aspettava un bambino ma dopo l’ha perso
Io paralizzato come un brutto sogno
Mentre lei piangeva e cadeva in ginocchio
E in quel momento mi si è rotto qualche cosa dentro
per la prima volta mi sono sentito vecchio
Vittima di una fattura una stregoneria
tu hai rotto il sortilegio
Perché sei una magia
E ti porterò lontano con la forza di un missile
e ti prenderò per mano
ti porterò a giocare su un prato
E il telefono l’ho buttato
e ho buttato tutte le pare
per fortuna assomigli a tua madre
per fortuna sei tutto tua madre
Quand’è
che ci fate un figlio?
tutti la stessa domanda
Io trattenevo la rabbia
Perché avrei voluto spaccargli la faccia
Avevo perso da mò la speranza
Non sopportavo più tutto quel dramma
Ad avere coraggio ci pensava mamma
tra medicine e le punture in pancia
Messo alle corde anch’io
Pensavo alla religione
Se un figlio è un dono di Dio
Forse questa era la mia punizione
Ma quelli che mi amano
Con il biglietto per il mio spettacolo
Chissà se si immaginano
Che hanno pagato le cure e i dottori che hanno realizzato un miracolo
ora so che dietro il caos c’è un senso più profondo
sei nato a febbraio lo stesso giorno del nonno
mamma incredula temeva che fosse un miraggio
E i primi mesi ti ha tenuto giorno e notte in braccio
E ti porterò lontano con la forza di un missile
e ti prenderò per mano
ti porterò a giocare su un prato
E il telefono l’ho buttato
e ho buttato tutte le pare
per fortuna assomigli a tua madre
per fortuna sei tutto tua madre
Da mamma hai preso il nasino
la forma degli occhi e del viso
l’abilità di cambiarmi l’umore soltanto facendo un sorriso
quando non dormi mai fino al mattino
quando fai casino rido perché
la testa dura e la voglia di urlare quelle le hai prese da me
Le hai prese da me
E ti porterò lontano con la forza di un missile
e ti prenderò per mano
ti porterò a giocare su un prato
E il telefono l’ho buttato
e ho buttato tutte le pare
per fortuna assomigli a tua madre
per fortuna sei tutto tua madre

 

X